About

Massimo Ripani

I was born in Milan, with a passion for photography, from a very young age. I fed this passion steadily, firstly attending IED and then, in 1990, I dedicated 5 years to learning the ropes, in a studio in the city center, dealing mainly with jewelry and packing.

My life has taken a strong turn of events since 1990, through the active collaboration of Huber Images of Garmisch-Partenkirchen, who specialize in stock travel and also with the birth of the magazines Bell’Italia and Bell’Europa of Giorgio Mondadori, where I still work, for over 20 years.

 

At the time, for landscapes, I used big format 4X5 and often medium. – the highest quality level – which was a rare choice for travel photographes. But it was thanks to this that my work started to be appreciated. Since then, not only have I become a correspondent for Le Figaro Magazine and the major tourist magazines of Italy but since 1997, I have partnered with Sime who distributes my images all over the world for books, magazines, guides and commercials.

However one theme facinates me more that the rest: the world of high level cusine. The taste of a dish passes also through the eyes and the challenge is to create a photograph of the intense flavours similar to a starred chefs creation. Or to highlight the beauty and quality of a hotel room.

With time I have managed to create a style of my own. It is the desire to be unique, to move away from the “common and already seen” that encourages me to look for different shots even of everyday subjects. My aim is that a well thought out shot leaves an immediate emotion for those who see it. It is a defined idea by my own existence, curiosity and enthusiasm, always present in my work. Last but not least, to be able to live doing something that I love so much.

 

 

 

Sono nato a Milano, con la passione per la fotografia fin da ragazzo. Passione che ho alimentato tenacemente prima frequentando lo IED, poi – dal 1990 – con cinque anni d’impegno aprendo uno studio in centro città, facendomi le ossa con still life in prevalenza di gioielleria e packaging.

La mia vita ha preso una svolta decisiva a metà degli anni Novanta, tramite l’attiva collaborazione sia con l’attuale Huber Images di Garmisch-Partenkirchen, specializzata in stock travel, sia con la nascita delle riviste Bell’Italia e Bell’Europa della Giorgio Mondadori, per le quali lavoro tuttora, dopo più di vent’anni.
All’epoca, usare per il paesaggio il grande formato-il massimo livello di qualità- era la scelta di pochissimi fotografi di viaggio. Ma è stato proprio grazie a questo che i miei lavori hanno cominciato ad essere apprezzati. Così, non soltanto sono diventato inviato di Le Figarò Magazine e delle principali testate di turismo italiane ma, dal 1997 ho affiancato alla carta stampata la cooperazione, mai interrotta, con l’agenzia Sime, che distribuisce le mie immagini in tutto il mondo per libri, riviste, guide e pubblicità.
Un tema, però, mi affascina in particolare: il mondo della ristorazione ad alto livello. Il gusto di un piatto, infatti, passa anche dagli occhi e la sfida è quella di realizzare una foto dal sapore intenso e sorprendente, simile alla creazione di uno chef stellato. O di rendere evidenti la bellezza e i pregi di una camera d’hotel.

Con il tempo sono riuscito ad avere uno stile in cui mi rispecchio. E il desiderio dell’unicità, dell’allontanarmi dal solito e dal già visto, che mi fa ricercare scatti sempre diversi anche dei soggetti iconici. Perché mi piacerebbe che un’immagine pensata a lungo desse un’emozione immediata in chi la sta guardando. E’ un’idea definita dalla mia stessa esistenza, dalla curiosità e dall’entusiasmo sempre presenti nel mio lavoro. Insieme con la consapevolezza di essere riuscito a vivere con quello che amo di più.

All rights reserved © Massimo Ripani.
No images may be published, copied, duplicated, modified or redistributed without license.

P.IVA 11607370159